Libri

copertina-maglianesi-in-guerraGuido Poeta
Maglianesi in guerra
Premessa di Stefano Tomassini
200 pagine
€ 12,00
ISBN 978-88-95727 – 03-5
Magliano Sabina 2016

Il volume, dedicato alla Grande Guerra, è una raccolta di notizie, di curiosità, di riferimenti statistici e di regesti di una vasta documentazione, e concentra l’attenzione soprattutto sulla radiografia degli 84 caduti della Grande Guerra a Magliano Sabina.
È sulle loro vicende umane che l’autore affonda il bisturi per cavare gli aspetti più drammatici vissuti da quei giovani negli ultimi momenti della loro vita, per poi riportarli ad un’esistenza virtuale ricordando il loro vissuto, indicando le loro origini parentali e i particolari connessi alla causa della loro morte, e riscoprendo le tracce del luogo in cui caddero e dove furono seppelliti. La focalizzazione di queste brevi biografie è il punto centrale del libro.
Sullo sfondo, in una cornice limitata, risalta nel libro la quotidianità di una comunità che si trova a vivere a volte momenti di scontro – le lotte contadine del 1904 – a volte momenti di povertà assoluta, ma nel contempo di essere orgogliosa di avere la sede di un Mandamento, della Diocesi di Sabina, di un Seminario vescovile e di una Pretura. Per di più la collettività dispone di un ospedale, di due medici condotti, di una farmacia e di un veterinario. Completa il quadro un’economia che poggia su un’agricoltura all’avanguardia, supportata da un’officina che produce attrezzature per il lavoro dei campi. L’idillio si frantuma quando inizia la mobilitazione militare, e dal fronte di guerra incominciano ad arrivare le prime bare e le segnalazioni dei primi dispersi. Ed è questo il punto centrale del libro.

 

150 - 02 Alle origini di Magliano SabinaGuido Poeta
Alle origini di Magliano Sabina
Premessa di Paola Santoro
80 pagine
€ 5.00
ISBN 978-88-95727-01-1
Magliano Sabina 2009

Nella premessa al libro Manlio e Magliano, oltre la leggenda pubblicato da Guido Poeta nel 1994, avevo scritto: «La nascita di una città può considerarsi generalmente il concludersi di un lungo processo di formazione di un territorio, che mostri idoneità ad essere abitato stabilmente e successivamente urbanizzato». Dopo aver letto con piacere questo suo nuovo lavoro direi che il lungo percorso storico, che l’autore pagina dopo pagina traccia per la città di Magliano, rappresenta l’espressione concreta e reale di quello che quell’affermazione voleva significare.
La puntuale conoscenza del territorio da parte dell’autore sia dal punto di vista geografico, come da quello storico archeologico, costituisce la base sulla quale è fondata la ricostruzione della genesi, della formazione e della storia dell’insediamento sabino, del quale le fonti antiche non ci hanno tramandato il nome, che lentamente si organizzò sulle colline, dominanti la valle del Tevere, dove attualmente insiste il paese di Magliano Sabina.
[Premessa di Paola Santoro, direttrice del Museo civico archeologico di Magliano Sabina].

 

150 - 05 Guerra senza eroiGuido Poeta
Guerra senza eroi
175 pagine
€ 10.00
ISBN 978-88-95727-04-2
Magliano Sabina 2008

In questa opera l’autore, attraverso testimonianze ancora viventi, carte d’archivio e poche pubblicazioni sull’argomento, ripercorre un momento della storia locale fortemente drammatico, cioè il passaggio dell’ultimo conflitto mondiale nel territorio di Magliano Sabina. L’elaborazione delle fonti e il loro assemblaggio all’interno di una “struttura storica”, permettono di offrire uno spaccato di questo momento cruciale della storia d’Italia e della storia locale, in cui, ad un forzato eroismo di alcuni, corrispose un generico e generale anti-eroismo di molti.

 

150 - 03 Cronache di una rivolta

Guido Poeta
Cronache di una rivolta
Moti contadini in Magliano Sabina 1900 – 1904
Premessa di Giuseppe Tamburrano
241 pagine
€ 15.00
ISBN 978-88-95727-00-4
Magliano Sabina 2007

L’opera inquadra le lotte che, agli inizi del secolo scorso, affrontò la classe agricola in Italia. La premessa del volume sui moti contadini di Magliano Sabina (Rieti) tra il 1900 ed il 1904 è a firma dello storico Giuseppe Tamburrano, presidente della Fondazione Nenni. Nelle 241 pagine del saggio Guido Poeta, offrendo una lettura “umbro sabina” delle vicende che infuocarono la Penisola, rievoca le tensioni sociali che sfociarono in un lungo sciopero di braccianti e coloni maglianesi, i quali per 54 giorni abbandonarono i campi ed in parte il bestiame, per poi invadere le terre. Il lavoro è stato condotto scavando negli archivi storici, nella memoria orale ed è supportato oltre che da una minuziosa documentazione in nota, anche da una straordinaria appendice biografica su tutti gli 80 protagonisti della vicenda con foto e ritratti. La “rivolta” nasceva dai contrasti fra i proprietari e la classe contadina. Per mancanza di lavoro, i braccianti trascorrevano gran parte dell’anno ad ingegnarsi, per sbarcare il lunario, sul modo di rubare senza essere visti; i contadini chiedevano di modificare i patti per migliorare le loro condizioni di vita. Da qui, sia gli uni sia gli altri scesero in piazza con l’intenzione di occupare i terreni dei proprietari. Questi ultimi, forti della protezione delle autorità, resistettero, perché non intendevano consegnare le terre tenute al pascolo, in quanto l’allevamento rendeva di più, piuttosto che assegnarle ai coloni e ai braccianti. Da questo contrasto si venne a determinare una situazione drammatica, caratterizzata dalla diffusione della miseria e della fame. In sostanza è proprio la fame, intesa come vera e propria mancanza di cibo, ad essere la protagonista in filigrana del testo. Il libro, nel descrivere con approccio cronachistico i vari episodi, a volte violenti e dolorosi, talvolta disperati, fornisce uno spaccato delle lotte che aprirono la strada ad altre insurrezioni per ottenere diritti e dignità.

 

150 - 04 Magliano Sabina nella Repubblica RomanaGuido Poeta
Magliano Sabina nella Repubblica Romana 1849
57 pagine
€ 5.00
Magliano Sabina 2006

La ricerca rappresenta un momento storico importante della storia maglianese, vale a dire quello della Repubblica Romana del 1849: importante – va sottolineato – perché è un punto nodale, in quanto per la prima volta il “popolo maglianese” conosce e mette in pratica i principi basilari della democrazia e tenta di accantonare un passato, in cui tutto dipendeva dal volere di un sovrano. Benché l’esperienza della Repubblica fu di brevissima durata, tuttavia si “presume” che essa abbia acceso un’iniziale, seppur flebile, luce per un dignitoso riscatto, magari ancora appena intravisto, dell’umanità asservita.

 

150 - 06 Un feudo scomodoGuido Poeta
Un feudo scomodo
Prefazione di Cesare D’Onofrio
183 pagine
€ 10.00
Magliano Sabina 1995

La presente opera concentra l’indagine, senza di presunzioni di completezza, su un periodo della storia di Magliano Sabina piuttosto particolare e alquanto breve (1796-1809). Non si tratta soltanto della ricostruzione di un “pezzo di storia” di Magliano, il lavoro mira a mettere a fuoco un momento nodale fra un passato remoto, di cui ancora vi è molto da scoprire, ed un passato prossimo mancante proprio di alcuni presupposti per essere meglio compreso. In buona sostanza una base di riferimento ed un punto di raccordo fra le conoscenze della storia di Magliano dalle origini agli inizi del 1800, e quelle tuttora frammentarie del periodo immediatamente successivo fino a oggi.

 

150 - 01 Manlio e Magliano oltre la leggendaGuido Poeta
Manlio e Magliano oltre la leggenda
Premessa di Paola Santoro
90 pagine
€ 10.00
Magliano Sabina 1994

L’opera affronta per la prima volta problematiche inerenti la storia maglianese dopo la pubblicazione dell’unica storia sulle origini di Magliano Sabina “Magliansabino il Senato e il Popolo romano” di Antonio Pagani del 1894. L’autore rilegge la “nascita” di Magliano sotto un’ottica diversa, alla luce delle più recenti scoperte archeologiche e documentarie, analizzando vari aspetti con l’intento di dimostrare il superamento della tesi leggendaria delle origini, agganciata agli storici del Cinquecento, Seicento e Settecento. Il libro, pertanto, è utile sia per soddisfare le varie curiosità, sia per una conoscenza dei fatti fondamentali della storia di Magliano Sabina in relazione ad eventi di più larga portata, sia per un approfondimento di temi specialistici.